[GUIDA] Uscite sopra le 24h, materiale per dormire

Guide e informazioni per l'equipaggiamento tattico.

[GUIDA] Uscite sopra le 24h, materiale per dormire

Messaggioda Space il 10/01/2014, 12:09

Under costruction:

NOTA 1: Si faranno spesso riferimenti a ingombro e peso dell'equipaggiamento come principale metro di paragone.
NOTA 2: Water-Repellent fa riferimento ai trattamenti esterni dei materiali utilizzati, che non rendono l'oggetto a tenuta stagna, ma facilitano lo scivolare via dell'acqua anziché l'immediato assorbimento. Un oggetto ANTIACQUA è catalogato come Water-Proof.
Possiamo anche trovare la dicitura Water-Resistant che però va accompagnata dal quantitativo di mm di acqua a cui detta fornitura è resistente.


Materiale per Dormire:

____SACCO A PELO____

-Punto della situazione:
Il sacco a pelo non è una stufa: non produce il calore. La stufa siamo noi, è il nostro corpo, che attraverso il metabolismo basale produce calore consumando ATP, composto ad altissima energia prodotto precedentemente da reazioni cellulari sfruttando le riserve di sostanze organiche presenti nel nostro organismo (prevalentemente grassi e zuccheri). Compito del sacco a pelo non è quindi produrre il calore, ma solo quello di trattenerlo. Quindi un sacco a pelo con una temperatura comfort di 10°C è un sacco a pelo che riesce a trattenere il calore generato da una donna adulta standard ad una temperatura esterna di 10°C permettendole di passare una notte di sonno confortevole. E il sacco a pelo, come tutti gli indumenti che indossiamo, trattiene il calore intrappolando l'aria calda a contatto con la pelle, creando un microclima temperato. Nota bene che il sacco a pelo a differenza di altre soluzioni NON riflette il calore corporeo,che va in parte perduto verso l'esterno,quindi il metabolismo deve continuare a generare calore per mantenere una temperatura costante.
Noi scaldiamo l'aria attorno al nostro corpo e gli abiti (o il sacco a pelo) la trattengono. Quindi si fa presto a capire che maggiore è la quantità di aria trattenuta e maggiore è la capacità di isolamento del capo o del sacco.

-Fattori che influenzano la percezione del caldo e del freddo:
--Il metabolismo basale;
--La quantità di riserve di grasso, a volte associabile al peso corporeo;
--L'età, metabolismo più veloce in persone giovani.
--Il sesso,le donne hanno una percezione del freddo maggiore degli uomini, circa 5° Celsius in più;
--Le abitudini, chi vive in case sempre molto riscaldate sente il freddo più di chi è abituato a temperature inferiori;
--Il livello di salute psicologica, una persona sotto forte stress emotivo, per esempio un disperso, avrà una soglia di resistenza inferiore di una persona perfettamente a suo agio;
--Ll livello Ii preparazione fisica, un corpo esausto produce meno calore di un corpo riposato;
--Il livello di salute fisica;
--La nutrizione, gli alimenti che abbiamo ingerito e l'idratazione, con il freddo si deve bere in abbondanza;
--L'umidità.

-Valori tipici per un sacco lungo 220cm.
[Comfort/Estrema]
1) 0/-5°C circa 1 kg
2) -5/-10°C circa 1.3 kg
3) -7/-12°C circa 1.7 kg
4) -12/-17°C circa 2kg

-Normalmente le case produttrici di sacchi a pelo tecnici forniscono sul sacco a pelo anche una temperatura Massima e Limite, LEGGETE BENE LA DESCRIZIONE DI OGNUNA DI ESSE QUA SOTTO RIPORTTA:
--Massima è la temperatura esterna più alta alla quale un maschio adulto standard è in grado di avere una notte di sonno confortevole senza sudare eccessivamente (a sacco a pelo aperto e braccia fuori).
--Comfort è la temperatura esterna più bassa alla quale una donna adulta standard è in grado di avere una notte di sonno confortevole senza interruzioni.
--Limite è la temperatura esterna più bassa alla quale un maschio adulto standard è in grado di avere una notte di sonno confortevole senza interruzioni (sono circa 5°C in meno rispetto alla donna).
--Estrema è la temperatura esterna più bassa alla quale un corpo femminile standard è protetto dall'ipotermia (ma non dal congelamento delle estremità) e riesce ad avere 6 ore di sonno non confortevole e non continuativo.

Nota: Alcuni sacchi a pelo hanno previsto un rinforzo inferiore per prevedere l'ingresso con anfibi. Ciò ne incrementa il peso di circa 2/300g.

Nota2: Un buon sacco a pelo necessita di un buon materassino, altrimenti parte delle sue proprietà vengono limitate o annullate.

-Scelta del sacco a pelo:
--Va subito puntualizzato che quelli che seguono sono consigli, per scegliere accuratamente un sacco a pelo bisogna averne provati diversi ed in situazioni vicine a quelle di Limite od Estreme per capire quanto la NOSTRA percezione del freddo si scosta dalle temperature dichiarate da un produttore.
--Se il sacco a pelo va lasciato ad un campo e non trasportato il consiglio generale è quello di scegliere un sacco con valori di comfort almeno 5/7°C sotto alla temperatura media della zona in cui si andrà per assicurarsi un sonno tranquillo.
--Nel caso in cui si preveda il trasporto del sacco a pelo conviene tenere a mente alcune cose:
---Un sacco a pelo molto spinto è anche molto pesante/ingombrante, quindi scomodo da tenere nello zaino.
---Si può (dopo averlo opportunamente testato) passare a sacchi a pelo meno performanti decidendo di entrarvici con una determinata quantità e tipologia di vestiario addosso.
---Sacchi a pelo di pari tenuta (stesse temperature) possono avere dimensioni e pesi completamente diversi in base alla tenuta dell'umidità, del tipo di tessuto esterno (ripstop ecc..), se è previsto l'ingresso con anfibi etc., fate bene i conti delle caratteristiche che possono esservi utili o no per l'utilizzo che ne dovete fare.
---Valutare nel opzioni modulari; Sacco+Liner/Sacco+EmergencyBivvy etc.., può essere più comodo avere ad esempio un sacco a pelo ed un Emergency Bivvy piuttosto che un unico enorme sacco a pelo, in quanto il secondo oggetto in esame può nel caso essere utilizzato per proprio conto, e posto in altre parti dello zaino. (Vedere le opportune descrizioni a seguire).


____SLEEKA____

-La sleeka è una giacca foderata allo stesso modo di un sacco a pelo, generalmente utilizzata al posto di un sacco a pelo per uscite non superiori alle 24h, o come vero e proprio capo di abbigliamento contro il freddo, infatti prevede di solito rinforzi sulle parti più esposte.

-Valori Tipici;
comfort -5, estremo -10.

-Caratteristiche:
--Taglia M peso 800g ca.
--Ingombro ridotto rispetto ad un sacco a pelo di pari livello.
--Anti-vento, Water-Repellent, Traspirante.
--Ottima quando la situazione impone brevi pause per riposare o temperature molto rigide.

IMMAGINE SLEEKA


____LINER____

-Il liner altro non è che un lenzuolo con la forma di un sacco a pelo. Ha l'utilità di aumentare la tenuta del sacco a pelo, aumentandone il range di utilizzo.

-Valori Tipici, 220 x 80 cm;
+2/+5 gradi di tenuta al sacco a pelo.

-Caratteristiche:
--Peso dai 100 ai 300g ca.
--Ingombro inferiore ad una lattina da 33cl.
--Rende il sacco a pelo modulabile. Suddividendone l'ingombro.

Nota: Alcuni liner nascono come "sacchi a letto estivi" provvisti dunque di zip e altri accorgimenti che ne alzano parecchio il peso, guardate sempre bene le descrizioni.

IMMAGINE LINER

____EMERGENCY BLANKET____
__(coperta isotermica di emergenza)__

-La coperta isotermica è un presidio medicale utilizzato per contribuire alla stabilizzazione termica dei pazienti, sia per mantenere il calore in caso in caso di ipotermia che per rifletterlo in caso dei colpi di calore.

-Caratteristiche:
--Ingombro circa 5x8x1 cm.
--Peso attorno ai 50g.
--Monouso.

Nota:In caso di trauma, ustione o ipotermia si rivolge la faccia di colore argento verso il paziente, in modo che la coperta abbia la funzione di mantenere all'interno il calore corporeo.
In caso di colpo di calore si lascia invece la faccia di colore argento esternamente rispetto al paziente, in modo che la coperta abbia la funzione di facilitare la dispersione del calore corporeo e di evitare che quello proveniente dall'esterno, soprattutto sotto forma di raggi solari, possa raggiungere la cute.

Nota2:tenere sempre presente che attorno al telo di alluminio di notte si concentra tutta la condensa.

IMMAGINE EMERGENCY BLANKET


____EMERGENCY BIVVY____

-Si tratta di un sacco di emergenza in cui è previsto l'ingresso anche mediante sacco a pelo.

-Utile in condizioni in cui il sacco a pelo non sia sufficiente a mantenere il calore corporeo. Se non si è in condizioni estreme ma si necessitano di pochi gradi di comfort in più conviene lasciarlo parzialmente aperto per evitare condense dovute al vapore corporeo.

-Alternativamente può essere visto come la versione di emergenza di un bivvi-bag, in cui ripararsi temporaneamente.

-Caratteristiche:
--Peso circa 250g
--Ingombro inferiore ad una lattina da 33cl.
--Riflettente (70/80% del calore corporeo).
--Antiacqua.
--NON TRASPIRANTE

IMMAGINE VIVAC BAG FERRINO

IMMAGINE BIVVY BAG DI EMERGENZA CHIUSA


____ESCAPE BIVVY by SOL____

-Si differenzia dai precedenti per essere oltre che riflettente e water-repellent anche traspirante. Questo fa si che vi ci si possa entrare in qualunque situazione, anche per una breve pausa, quando aprire un sacco a pelo o una bivvy-bag/tent richiederebbe tropo tempo, senza dover rischiare di trovarsi umidi o bagnati una volta finita la pausa.

-Vista la caratteristica traspirante è anche un ottimo supporto per il sacco a pelo, può quindi a tutti gli effetti essere considerato una Sleeping Bag Cover.

IMMAGINE ESCAPE BIVVY by SOL

____MATERASSINO____

-Punto della situazione:
Il materassino non serve solo per dormire comodi, anzi il suo primo fine non è quello di farvi dormire comodi.
Lo scopo principe del materassino è quello di isolarvi termicamente dal terreno e possibilmente dall'umidità dello stesso. Per fare ciò vale lo stesso principio visto con i sacchi a pelo, un buon isolamento vuol dire l'interposizione (oltre che di materiali tecnici ad alta resistenza termica) della maggior quantità di aria possibile tra noi ed il terreno.
Va qua ricordato che quando ci mettiamo su di un materassino la distanza tra il nostro corpo e il terreno può calare fino a pochi mm. A titolo di esempio una coperta di piuma ad esempio può farci sudare anche a -30°C, ma una volta compressa ed espulsa tutta l'aria ci può far congelare a pochi gradi sotto lo 0.
Alcuni costruttori di sacchi a pelo fanno l'imbottitura differenziata proprio per questo: più spessa ai lati e sopra, più sottile sotto. Perché sotto l'imbottitura serve a poco, inutile sprecare peso e soldi. Il calore, sotto, deve essere dato non dal sacco a pelo (e dagli abiti che indossiamo) ma dal materassino.
Ultimo ma non per importanza il materassino deve fornire una protezione dall'umidità che risale dal terreno durante la notte, o si rischia d trovarsi la schiena umida o bagnata al risveglio.
Per questo il suo compito è estremamente importante e non da sottovalutare.

-Tipologie:
--CFF, Closed Cell Foam, schiuma a celle chiuse.
Sono i vecchi materassini in schiuma solida che tutti abbiamo usato le prime volte in campeggio. Forniscono un supporto lombare abbastanza pessimo ed una tenuta di base contro il terreno, sebbene vi siano materassini in schiuma molto preformanti al giorno d'oggi ricoperti di allumina e sagomati in modo da catturare piccole sacche di aria sotto di noi. Leggeri ma molto ingombranti. Personalmente eviterei di impiegarli se la temperatura scende attorno ai 5°C.

Spessore max 2cm, peso 200-300g.

Foto

--Autogonfianti.
Generalmente si tratta di materassini con al proprio interno una trama spugnosa a nido d'ape che tenuta in depressione (materassino vuoto) si riempie all'apertura della valvola. Bastano pochi soffi addizionali (2/3) per completarne la preparazione.
Forniscono una ottima protezione dal terreno e un supporto lombare estremamente superiore ai precedenti.

Peso medio di un materassino di 180 x 50cm 750g, chiuso circa 26 x 15cm. Range 550 - 1200g
La resistenza al passaggio dell'umidità dipende dal materiale di cui sono rivestiti.

Foto

--Gonfiabili.
Sono simili ai materassini da spiaggia, di solito con camere d'aria più piccole e sagomature particolari che seguono lo sviluppo de corpo.
Forniscono un supporto lombare ottimo e non inferiore ai cugini autogonfianti, nonchè un perfetto isolamento termico.
Sono pensati per poter anche essere inseriti nel sacco a pelo, la particolare sagomatura fa si che esso non si schiacci eccessivamente e mantenga le sue caratteristiche termiche.

Esempio Insulated Static V Klymit: 183 cm x 58.4 cm x 6.5 cm, 685g.
Personalmente consiglio questo tipo di materassino.

Foto

--Gonfiabili minimalist body.
Sono come i gonfiabili ma i tubi con l'aria isolante sono messi solo su zone particolari del corpo ed il resto del materassino è VUOTO. Estremamente leggeri.
Sconsiglio per i seguenti motivi:
1) dovete avere il corpo sagomato perfettamente come il materassino;
2) Nelle zone vuote non avete resistenza al passaggio dell'umidità.

Peso: 300 - 500g.

Foto
Avatar utente
Space
 
Messaggi: 1899
Iscritto il: 25/02/2009, 20:40

Re: [GUIDA] Uscite sopra le 24h, materiale per dormire

Messaggioda il Prof il 04/08/2015, 3:26

Interessantissimo ma in gara non si dorme. Al massimo si riposa. Io personalmente non porto nemmeno un telo per isolarsi dal terreno (di solito non hai nemmeno il tempo per tirarlo fuori e ripegarlo). Il peso di un 'sacco a pelo' o di un telo lo sfrutto per portarmi dietro un cambio di intimi/mimetica. L'ultimo Mondaino (2010) ho giocato 72 ore con pause inferiori all'ora tra una 'azione immediata' e la successiva. La cosa peggiore era rimettere la roba bagnata per 'uscire' conservando il cambio asciutto (pioveva) per i momenti, poi ridottissimi, di permanenza in tenda. Mi ricordo di una sosta di 10 minuti in un 'davanti box' in cui mi sono goduto un pò di 'asciutto' con tutta la roba bagnata addosso condividendo un pò di calore schiena contro schiena col mio compagno (si viaggiava in coppia). Questo per dire 'no nanna' e no 'bivy bag'. Se poi state fuori una settimana...

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
il Prof
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 14/07/2015, 14:20
Club: ASD Corsari ASG Team

Re: [GUIDA] Uscite sopra le 24h, materiale per dormire

Messaggioda Space il 04/08/2015, 13:49

Per quanto ci riguarda una sosta di 4 ore ogni 24 la si fa sempre, o si parte sempre con l'intenzione di farla. Sacco a pelo o meno, ultimamente andiamo molto con i bivvy di emergenza e ci si butta dentro vestiti, veloci efficaci e peso zero.
Abbiamo appurato che il rendimento cala troppo se non si dorme dopo 36h.
Probabilmente giochiamo in eventi diversi, ed in climi diversi.
La formula x calcolare una detonazione è "P", per parecchio!
Beati coloro che pur non vedendo, crederanno...

Courage is when: "FUCK THIS SHIT", become bigger then, "I have a bad feeling about this!"

Immagine
Avatar utente
Space
 
Messaggi: 1899
Iscritto il: 25/02/2009, 20:40

Re: [GUIDA] Uscite sopra le 24h, materiale per dormire

Messaggioda il Prof il 05/08/2015, 7:51

Può essere, cambiano poi le esperienze, io ero parte di una squadra che ha perso il primo posto perché individuati in sosta... se poi ci aggiungi che non eravamo nemmeno riusciti a dormire ma solo a riposare...

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
il Prof
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 14/07/2015, 14:20
Club: ASD Corsari ASG Team


Torna a Equipaggiamento Tattico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron